Le Due Expo

36351_01Mentre scrivo questo post sono in corso le Elezioni Europee. Speriamo che ciò possa essere l’inizio di un percorso verso un’Europa più giusta, più solidale, più attenta alle diversità e alle necessità dei più deboli.

Ciò detto, questa tornata elettorale non è la sola cosa di cui si discute in questo periodo. Infatti, hanno suscitato molto clamore i recenti scandali scoppiati attorno agli affari sporchi per il cantiere dell’Expo. Probabilmente nuovi elementi saranno portati a conoscenza dell’opinione pubblica nelle settimane e nei mesi a venire. Da cittadino mi auguro che sia fatta piena chiarezza e che la giustizia, dove necessario, sia severa.

In un periodo in cui siamo spinti a vedere solo una parte del cammino che ci porterà all’Expo, sento il dovere di ricordare che esiste un’altra metà della luna, quella luminosa e, non solo quella oscura e marcia.

Dando un’occhiata a tutte le iniziative che girano attorno a questo progetto viene da pensare che esistano (almeno) due Expo. La prima è quella degli scandali, delle mazzette, del malaffare che, anche questa volta, non siamo stati in grado di prevenire. E dire che Milano cose simili le ha passate e neanche troppo tempo fa. La seconda, invece, è quella dei progetti dei giovani, dell’attività delle start-up, dell’entusiasmo di chi ama il volontariato, delle lotte di coloro che vorrebbero cogliere l’occasione per dotare anche Milano, come tutte le grandi città europee, di una moschea e così via.

Se le persone perbene facessero notizia, sapremmo che l’Expo sta offrendo un banco di prova per una grande galassia di forze vive e attive del nostro Paese, ansiose di distinguersi negli anni a venire. Ingegneri, architetti, designer, programmatori, esperti di management e di moda e poi ancora artisti e creativi… per i giovani è certamente un’occasione per fare curriculum e networking. Per i meno giovani è l’occasione di sfruttare l’esperienza per dare il colpo di reni che tra qualche anno potrebbe riportare la crescita in Italia, ma per questo dovreste chiedere a un economista.

L’Expo è un’occasione per cominciare dei progetti e delle sperimentazioni di lungo periodo. Una vittoria dell’Expo virtuosa significherà, speriamo, la sconfitta dei malfattori che vogliono solo il proprio bene personale e non quello del Paese. Il messaggio è: diamo alle persone oneste una chance!